Henri Restaurant Viareggio

Champagne Bollinger, eleganza e raffinatezza

Il mondo del vino è spesso intriso di storia, tradizione e prestigio, e pochi marchi possono vantare una reputazione tanto distinta quanto Champagne Bollinger. Fondata nel 1829 a Aÿ, un piccolo comune nella regione della Champagne in Francia, questa maison ha attraversato i secoli portando con sé un’eredità di eccellenza e qualità.

La Storia dello Champagne Bollinger

L’avventura di Bollinger inizia con la tenacia di Athanase de Villermont, Joseph Bollinger e Paul Renaudin, tre uomini visionari che decisero di unire le loro forze per creare una casa di champagne di altissimo livello. La loro dedizione alla qualità e all’eccellenza si è radicata nel DNA di Bollinger, definendo il corso della casa vinicola nel corso dei decenni.

Un momento chiave nella storia di Bollinger è la sua lunga e fruttuosa collaborazione con la famiglia reale britannica. Nel 1911, la casa diventa fornitrice ufficiale della Corte d’Inghilterra, un legame che persiste ancor oggi, testimoniando l’apprezzamento della Casa Reale inglese per la qualità senza compromessi di Bollinger.

Il Carattere Unico di Bollinger

Ciò che rende unico Champagne Bollinger è la sua filosofia incentrata sulla produzione di vini di alta qualità. La maison possiede un patrimonio di vigneti eccezionale, che si estende su oltre 160 ettari, prevalentemente situati nei cru Grand e Premier di Aÿ, Verzenay e Bouzy. Queste regioni sono rinomate per il loro terroir unico e le condizioni climatiche favorevoli alla coltivazione delle uve Pinot Noir e Chardonnay, varietà che compongono gran parte della produzione di Bollinger.

Bollinger è anche celebre per l’utilizzo di metodi tradizionali nella produzione del suo champagne. La casa mantiene l’antica pratica di utilizzare barili di rovere per l’invecchiamento del vino base, conferendo ai loro champagne una complessità e una struttura uniche. Inoltre, una parte significativa delle loro cuvée è composta da vini di riserva, alcuni dei quali hanno invecchiato fino a 15 anni, aggiungendo profondità e ricchezza ai loro assemblaggi.

Henri Prosperi e lo champagne Bollinger

Henri Prosperi è prima di tutto un sommelier francese e italiano. Ed è un grande estimatore e conoscitore di champagne di Bollinger, tra gli champagne. Non è un caso che alcune bottiglie pregiate e ricercate si trovano sempre nella sua fornitissima cantina. La bottiglia che Henri tiene in braccio con grande piacere e delicatezza, come fosse un bambino, è una raccolta 2013.

La raccolta 2013 dello champagne Bollinger

Il 2013 è stato un anno eccezionale per Champagne Bollinger, e la loro raccolta di quell’anno è un’espressione straordinaria della maestria della maison. Caratterizzato da un clima fresco e una vendemmia tardiva, il 2013 ha permesso alle uve di raggiungere un’ottima maturazione, contribuendo alla creazione di vini eleganti e complessi.

La cuvée della raccolta 2013 di Bollinger è un assemblaggio dominato dal Pinot Noir, riflettendo la tradizione e lo stile distintivo della casa. Con note di frutta fresca, agrumi e una sorprendente mineralità, questo champagne è un omaggio al terroir eccezionale di Aÿ e alle competenze artigianali di Bollinger.

Translate »
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.